Invito al Rugby

Il rugby è considerato uno tra gli sport con maggiore valenza educativa tanto che, soprattutto nei paesi anglosassoni, oltre ad essere molto praticato, è persino materia di insegnamento nelle scuole. Lo stare insieme, il contatto fisico, le regole e il rispetto per l’altro sono i principi alla base del rugby.  I quattro principi fondamentali su cui si basa il gioco del rugby sono: AVANZAMENTO e PRESSIONE in campo per arrivare a meta, SOSTEGNO tra compagni della propria squadra, CONTINUITA’ andare avanti fino a raggiungere l’obiettivo. L’obiettivo, cioè la meta, è raggiungibile sempre e solo attraverso la cooperazione tra i giocatori; le qualità di ciascuno contribuiscono a costruire e raggiungere il successo e la vittoria di tutta la squadra.

 u6 corsa 1

Il minirugby è praticato da bambini e bambine dai 5 ai 12 anni nelle categorie Under 6, Under 8, Under 10 e Under 12. Nel minirugby viene curata principalmente la crescita “mentale” dei bambini, affinché possano imparare ad impegnarsi, ad avere fiducia in sé migliorando la propria autostima, a rispettare regole, arbitri, compagni ed avversari, a vincere come a perdere senza farne dramma, spingendo i più timidi a mitigare le loro insicurezze e i più estroversi ad indirizzare la propria iperattività a favore del gruppo mediante lo strumento del gioco che è il mezzo più efficace per comunicare con i bambini. Ma il minirugby non è solo questo, infatti il Verona Rugby, essendo Associazione Sportiva Dilettantistica iscritta alla FIR, deve preoccuparsi anche della crescita “fisica" e “tecnica” dei suoi atleti attuando un progetto di formazione sportiva-educativa a lungo termine secondo i dettami che la FIR stessa richiede ed ai quali noi tutti aderiamo e ci ispiriamo. Il lavoro del settore minirugby sarà dunque votato anche a trasferire la passione per questo sport, gettando di fatto le basi per aiutare le categorie successive a formare “uomini-atleti che sappiano competere ai massimi livelli sportivi e siano capaci di reagire positivamente sotto pressione in ogni situazione della vita”.

 leo cerchio u6

Il Settore Giovanile, comprende un percorso che inizia con l’Under 14, prosegue con l’Under 16, si completa con l’Under 18, per portare i giovani rugbisti verso l’alto livello. Il Verona Rugby in questi anni ha creato e ottimizzato un percorso formativo proprio, il più adeguato e moderno possibile, sempre in continuo aggiornamento. Si avvale della collaborazione di un’equipe formata da Allenatori-Educatori della Federazione Italiana Rugby e Laureati e Laureandi di Scienze Motorie dell’Università di Verona e a partire dalla stagione 2016/17 si avvale della partnership con l’Accademia della Nuova Zelanda (www.iranz.co.nz). L’obiettivo e quello di offrire l’opportunità a chi si appassiona a questo sport di praticarlo al meglio delle sue possibilità e di raggiungere il massimo livello a lui consono. La Scuola del Verona Rugby è dura e basata sull’impegno e la determinazione di chi vuole raggiungere l’obiettivo, ma è anche un percorso educativo ad un sano stile di vita.

Struttura tecnica ed organizzativa

“La struttura Tecnica Organizzativa di Formazione e Sviluppo del Verona Rugby è strutturata in due settori: Settore Propaganda ed il Settore Agonistico.

Nel primo confluiscono le squadre del Minirugby – dall’Under 6 all’Under 12 – e l’Under 14. E’ diretto da Loris Renica e svolge l’attività nell’impianto Gavagnin di Borgo Venezia.

Nel secondo confluiscono le squadre giovanili Under 16 e Under 18 e le squadre Seniores della Formazione Cadetta di Serie C1 e del First XV di Serie A ed è diretto da Antonio Zanichelli e svolge la sua attività sui campi di via della Diga a Parona.