La Nazionale Italiana ritorna al Payanini Center

Gli Azzurri saranno ospiti del Verona Rugby dal 24 ottobre al 18 novembre. La Presidente Vittadello: «Orgogliosi di averli qui, è un’opportunità per tutti noi»

 

Payanini

Il Payanini Center si tinge nuovamente di azzurro. La Federazione italiana rugby ha ufficializzato oggi pomeriggio di aver scelto il Centro sportivo del Verona Rugby come sede di allenamento della Nazionale, per preparare i match delle «Autumn Nations Series» di novembre contro la Nuova Zelanda (sabato 6 novembre allo Stadio Olimpico di Roma), l’Argentina (sabato 13 novembre allo stadio Monigo di Treviso), e l’Uruguay (sabato 20 novembre allo stadio Lanfranchi di Parma).

 

Gli Azzurri arriveranno a Verona domenica 24 ottobre. Faranno del Payanini Center il loro quartier generale fino al 18 novembre, utilizzandolo ogni giorno il Centro del Verona Rugby per preparare al meglio le tre partite da disputare contro Nuova Zelanda, Argentina e Uruguay. Avranno a disposizione tutte le aree dell’impianto: le sale riunioni, la sala conferenze, gli spogliatoi, l’infermeria, la palestra, il campo indoor e i campi all’aperto.

 

Raffaella Vittadello, Presidente Verona Rugby

«Siamo orgogliosi di poter ospitare di nuovo, e per un periodo di tempo maggiore rispetto alla prima volta, i giocatori e lo staff tecnico della Nazionale Italiana qui al Payanini Center. La riconosciuta qualità del nostro impianto e la volontà di essere a servizio della Federazione, hanno fatto sì che il Payanini Center fosse confermato come quartier generale della Nazionale, per tutta la durata delle Autumn Nations Series. Sarà sicuramente una ulteriore occasione di crescita per tutto il nostro movimento rugbystico, oltre che un’opportunità per gli appassionati sportivi di Verona».

 

Zane Ansell, Director of Rugby Verona Rugby

«Per noi è un enorme piacere avere gli atleti della Nazionale italiana qui al Payanini Center. Sapere che la Federazione considera il nostro Centro come uno degli impianti migliori in Italia rappresenta un riconoscimento prestigioso. Inoltre, avere qui i giocatori della Nazionale è un’occasione per tutti i nostri ragazzi e allenatori, perché potranno osservare da vicino come si lavora in campo ad alti livelli».

 

Questo il comunicato stampa ufficiale della FIR.

 

Roma – Kieran Crowley, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la lista dei giocatori convocati per il raduno di Verona – in preparazione delle Autumn Nations Series – in programma a partire dal 24 ottobre.

Trentaquattro gli Azzurri convocati nella seconda uscita ufficiale – dopo il raduno estivo a Pergine Valsugana – da Commissario Tecnico per Kieran Crowley che si appresta a guidare per la prima volta l’Italia sul campo nella finestra internazionale autunnale con gli Azzurri impegnati allo Stadio Olimpico di Roma il 6 novembre contro gli All Blacks, il 13 novembre a Treviso allo Stadio Monigo contro l’Argentina per poi chiudere il trittico di partite contro l’Uruguay – appena qualificatosi per la Rugby World Cup 2023 nel Girone A con gli Azzurri e la Nuova Zelanda – il 20 novembre allo Stadio Lanfranchi di Parma. Tutte le partite sono in programma alle 14 con diretta in chiaro e a pagamento sui canali di Sky Italia.

Ventisei gli atleti convocati provenienti dalle due franchigie federali (13 Benetton e 13 Zebre) con cinque atleti esordienti tra cui Nemer alla prima convocazione assoluta con la Nazionale Maggiore (Nocera, Fusco e Bruno gli altri giocatori che non sono mai scesi in campo con l’Italrugby ma che hanno preso parte ad altri raduni con gli Azzurri).

 

Rientrano in gruppo Marco Fuser e Michele Campagnaro, assenti rispettivamente dalla preparazione alla Rugby World Cup 2019 il primo e dal termine della rassegna iridata il secondo. Presenti anche Luca Morisi e Matteo Minozzi, non convocati per il Guinness Sei Nazioni 2021.

 

“E’ emozionante entrare nel vivo del lavoro che abbiamo iniziato a programmare dal raduno di Pergine Valsugana della scorsa estate. Le attività di team building sono state importanti al fine di iniziare a conoscere sotto il profilo umano tutte le varie componenti del gruppo. Con lo staff tecnico c’è stato un lavoro costante e sinergico insieme alle franchigie federali monitorando costantemente i giocatori che militano in italia e all’estero. Vogliamo creare una identità forte di squadra e giocare in città come Roma, Treviso e Parma, luoghi che hanno una forte radice rugbistica sul territorio, sarà un fattore importante nel lavorare verso i nostri obiettivi e affrontare al meglio i prossimi avversari. Esordire contro gli All Blacks allo Stadio Olimpico con la presenza del nostro pubblico avrà un sapore speciale” ha dichiarato Kiean Crowley, Commissario Tecnico della Nazionale.

 

Verona e il Payanini Center saranno il quartier generale dell’Italia per tutta la durata del periodo delle Autumn Nations Series con gli Azzurri che si alleneranno presso gli impianti della società scaligera per poi spostarsi nelle città in cui sono programmati i Test Match due giorni prima del kick-off.

 

Nella giornata di domenica 31 ottobre sarà ufficializzata la lista degli atleti convocati per le tre partite in calendario a Novembre.

 

Questa la lista degli Azzurri convocati:

Piloni

Pietro CECCARELLI (Brive, 14 caps)

Danilo FISCHETTI (Zebre Rugby Club, 12 caps)*

Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 47 caps)*

Ivan NEMER (Benetton Ruby, esordiente)

Matteo NOCERA (Zebre Rugby Club, esordiente)*

Marco RICCIONI (Saracens, 15 caps)*

Tallonatori

Luca BIGI (Zebre Rugby Club 37 caps)

Gianmarco LUCCHESI (Benetton Rugby, 6 caps)*

Federico ZANI (Benetton Rugby, 16 caps)

Seconde Linee

Niccolò CANNONE (Benetton Rugby, 13 caps)*

Marco FUSER (Newcastle Falcons, 33 caps)

Federico RUZZA (Benetton Rugby, 22 caps)

David SISI (Zebre Rugby Club, 15 caps)

Terza Linee

Renato GIAMMARIOLI (Zebre Rugby Club, 4 caps)*

Michele LAMARO (Benetton Rugby, 7 caps)*

Giocanni LICATA (Zebre Rugby Club, 11 caps)*

Maxime MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 29 caps)*

Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 33 caps)

Abraham STEYN (Benetton Rugby, 44 caps)

Mediani di Mischia

Callum BRALEY (Benetton Rugby, 10 caps)

Alessandro FUSCO (Zebre Rugby Club, esordiente)*

Stephen VARNEY (Gloucester Rugby 7 caps)

Mediani di Apertura

Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 52 caps)

Paolo GARBISI (Montpellier, 10 caps)*

Centri

Tommaso BONI (Zebre Rugby Club, 11 caps)*

Juan Ignacio BREX (Benetton Rugby, 5 caps)

Michele CAMPAGNARO (Colomiers, 46 caps)

Luca MORISI (Benetton Rugby, 34 caps)*

Marco ZANON (Benetton Rugby, 6 caps)*

Ali/Estremi

Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club, 31 caps)

Pierre BRUNO (Zebre Rugby Club, esordiente)*

Montanna IOANE (Benetton Rugby, 6 caps)

Matteo MINOZZI (Wasps Rugby, 22 caps)*

Federico MORI (Bordeaux, 9 caps)*

 

*Membro dell’Accademia FIR Ivan Francescato